Correre su strada, spiaggia e deserto!

 

 

 

 

Venerdì, Luglio 01, 2022

2022 -  100KM Passatore

 

 

 

Gallery

 

TOP TEN PER  IL CAPOVERDIANO JAILSON MANUEL DUARTE OLIVEIRA.  8° ALLA 48^ EDIZIONE DELLA 100 KM DEL PASSATORE 

Dopo due anni di pausa forzata causa emergenza pandemia Covid-19 la 100 km del  “Passatore” é tornata  dedicando la corsa 2022 al compianto e mitico Pietro “Pirì” Crementi, fondatore e storico direttore della gara, scomparso nel dicembre 2021. Oltre 3.200 atleti hanno preso il via dai nastri di  partenza in piazza del Duomo a Firenze.  Sulla linea di partenza il 21 di maggio da Firenze fra gli oltre 3.200 partecipanti  anche 2 atleti di Cabo Verde, facenti parte della squadra nazionale di ultramaratona, Jailson Manuel Duarte Oliveira (già vincitore nel 2019 della Boa Vista Ultra Trail nell’isola di Boa Vista) e  José Daniel Vaz Cabral ( anch’esso vincitore alle prime edizioni della Boa Vista Ultra Trail).

Jailson alla sua prima esperienza nella 100 km del Passatore,  si è confrontato con i più forti ultramaratoneti italiani ed europei, riuscendo a conquistare un posto nei primi 10 atleti della classifica generale.  Grandissimo Jailson!!!!!

La gara, che ha visto la vittoria dell’inglese Lee Grantham, era iniziata subito bene per Jailson che riusciva  a mantenersi nel gruppetto di testa fino  al 20esimo km, quando  ha accusato purtroppo un dolore improvviso alla schiena   e si è staccato dai primi, perdendo così preziose posizioni.

Il dolore  lo ha accompagnato fino al Passo Colla 48 km, dove è transitato in 24^ posizione.

Da li in poi però è riuscito a gestire il dolore ed a  correre bene, prendendo un ritmo regolare, che gli ha permesso di recuperare molte posizioni, fino all’arrivo in Piazza del Popolo a Faenza, dove ha tagliato l’ambito traguardo in ottava posizione in 8 ore e 16 minuti.

 
 
 
 
 

Grande soddisfazione nello staff dell’atleta creolo, per questo ottimo risultato, a partire dall’allenatore Marco Cattaneo e  da Piergiorgio Scaramelli che lo hanno constantemente seguito e supportato durante un lungo periodo di preparazione.

Grazie a tutti quelli che hanno  tifato per gli atleti di Cabo Verde in questa bellissima ed entusiasmante gara con oltre  3.200 atleti partecipanti.

Un particolare ringraziamento  va all’amico Alessandro Mazzoni  che ha seguito  gli  atleti capoverdiani  per tutto  il percorso di gara.

Buona prova dell’altro atleta di Cabo Verde in gara Vaz Cabral Jose’ Daniel, che purtroppo  accusando da subito dei problemi addominali è stato  costretto a condurre  una gara in difensiva riuscendo comunque a tagliare il traguardo di Faenza per la sua 3^ volta.  

Rinnoviamo un grazie alla sempre ottima Organizzazione della gara ed in particolare  a Tatiana!!!

Grazie a tutti e godiamoci questo ottimo risultato di Jailson che fa ben sperare per il proseguo dell’attività della squadra di ultra maratona  di Cabo Verde per l’anno 2022 e successivi!!!!
 
TOP TEN 100 KM PASSATORE 2022
1 Grantham Lee
2 Giacopuzzi Massimo
3 Calcaterra Giorgio
4 Menegardi Marco
5 Beatrici Silvano
6 Rovei Giorgio
7 Reali Christian
8 DUARTE OLIVEIRA JAILSON MANUEL
9 Fraquelli Andrea
10 Marchesi Tiziano
 
CLASSIFICA FEMMINILE
1 Eleonora Rachele Corradini
2 Cecilia Flori
3 Elena Fabiani
 
 
 

 

News

Prossimi impegni 2022

 

PROSSIMI IMPEGNI   CAPO  VERDE  2022

Leggi tutto...

Boavista Marathon

Club

 

Piergiorgio Scaramelli - Atacama

Piergiorgio Scaramelli - Toscano esperto ultramaratoneta, vive a Boa Vista ed è l’ideatore della “Boa Vista Ultramarathon”, gara in linea di 150km che dal 2000 si svolge sull’isola capoverdiana

 

Leggi Curriculum

 

 

2021 - Boa Vista Ultratrail in solitaria Bistari Onlus

 

 

L’Avventura è finita!

 

Volevo ringraziare tutti, indistintamente, per avermi seguito e supportato, con calore e

affetto, lungo tutti 150 km del meraviglioso e suggestivo percorso della @Boa Vista Ultra Trail.

Nel contempo volevo scusarmi per essermi fatto vivo solo dopo 4 giorni dal termine dell’avventura, ma come potete ben immaginare, vista la mia giovane età, i tempi di recupero fisico sono stati un poco lunghi. Sono arrivato piegato in due e per raddrizzarmi mi ci sono voluti 3 giorni di cure e massaggi, e comunque ancora oggi ho un assetto strano tipo “ Torre di Pisa”.

E’ stata emozionante questa 150 km, ed alla partenza, e per molti km, addirittura esaltante, tant’è che mi sono messo a correre più che camminare, come un ragazzino! Forse un po’ troppo veloce. Ma le sensazioni erano buone, le condizioni meteo ideali, di giorno e di notte (una luna quasi piena, brillante e sorridente), ed il terreno mi era familiare.

Momenti difficili si sono alternati ad altri più facili, frazioni dolorose ad altre meno, in questo divenire che è “la legge” delle ultra, l’importante è gestire i momenti e mantenere la testa sempre concentrata nell’obiettivo finale.

 

Leggi tutto...
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.