Correre su strada, spiaggia e deserto!

 

 

 

 

Martedì, Novembre 29, 2022

2021 - Massa 100 KM Frigido Bistari Onlus

 

Gallery 

 

Sabato sera, 24 luglio 2021, ho terminato la mia camminata nel circuito di 4.400 metri del Parco Fluviale Frigido, sotto le 20 h come mi ero proposto, in solidarietà con la @Bistari Bistari Onlus, per mantenere in attività il Kalika Family Hospital, una struttura ospedaliera costruita nel Dolpo, la regione più impervia e povera del Nepal.

Questa mia 100 km è stata molto dura, anche più delle 16 volte che ho concluso il Passatore, se volete per i decenni in più che mi porto sulle gambe da allora, ma l’emozione alla fine è stata la stessa ed il mio cuore era gonfio di soddisfazione.

Certo il riscontro cronometrico 19:26:55 non è un granché, ma contentissimo di aver centrato il mio obiettivo.

Tutti in questa camminata, io ed i miei amici, ci abbiamo messo il cuore, per amicizia e solidarietà come sempre e abbiamo raggiunto gli obiettivi che ciascuno di noi si era proposto.

Felice io di aver camminato, dopo tantissimi anni, a fianco dei miei amici “ultra”.

Quante chiacchiere e quanti ricordi con loro, che si sono alternati al mio fianco durante la notte, sotto una stupenda luna piena, e di giorno, con il caldo umido bestiale che ci ha accompagnato per tutta la camminata.

Nella notte, agli amici Renato, Amerigo, Francesco, Pietro e Gerardo, si è aggiunto a sorpresa anche Gianpaolo, con cui abbiamo corso le ultra in Libia nel deserto dell’Akakus nel 1998 e nella mia ultima Marathon des Sables, in Marocco, nel 1999.

Poi di giorno ho camminato con l’amico Davide e gli ultimi giri nel pomeriggio con gli amici Nicola e Danilo del GSAA. CAI, Gruppo Speleologico Archeologico Apuano CAI, con cui ho avuto l’onore di poter visitare le magnifiche grotte delle nostre Alpi Apuane.

Alpi Apuane duramente provate dalle escavazioni selvagge a cui sono state sottoposte negli ultimi decenni di questo secolo ed ancora oggi a ulteriore rischio per voler aprire nuove bocche di cava.

 

 

 

 

Ringrazio tutti gli amici che hanno condiviso e reso bellissima questa esperienza e coloro che mi hanno supportato moralmente e per logistica, le due ragazze d’oro Pinuccia e Cristina.

Ringrazio oltre modo i miei tifosi, che mi hanno applaudito ad ogni passaggio, i soci dell’Associazione Parco Fluviale del Frigido Mauro, Giorgio, Antonio, Loris, il Presidente Roberto e mamma Teresa.

Un grazie infinitamente grande alla @Bistari Bistari Onlus per l’opportunità che mi ha dato, ancora una volta, per rendermi utile nella raccolta di fondi per questa bellissima iniziativa nel mantenere aperto ed attivo il Kalika Family Hospital nel Dolpo in Nepal.

La solidarietà non deve mai venir meno, doniamo e facciamo felici noi stessi e gli altri.

Per le donazioni basta andare a questa pagina Go Fund Me, donare è semplicissimo: https://gofund.me/d90a9fb6

Grazie di cuore a tutti. Rimaniamo sempre umani, spiriti liberi e solidali.

Un Grande abbraccio.

GO FUND ME, al link https://gofund.me/d90a9fb6 per donare ed aiutare la @Bistari Bistari Onlus!

 

 

Boavista Marathon

Club

Clic per : Statistica DUV

Piergiorgio Scaramelli - Atacama

Piergiorgio Scaramelli - Toscano esperto ultramaratoneta, vive a Boa Vista ed è l’ideatore della “Boa Vista Ultramarathon”, gara in linea di 150km che dal 2000 si svolge sull’isola capoverdiana

 

Leggi Curriculum

 

 

News

Prossimi impegni 2022

 

PROSSIMI IMPEGNI   CAPO  VERDE  2022

Leggi tutto...

2021 - Boa Vista Ultratrail in solitaria Bistari Onlus

 

 

L’Avventura è finita!

 

Volevo ringraziare tutti, indistintamente, per avermi seguito e supportato, con calore e

affetto, lungo tutti 150 km del meraviglioso e suggestivo percorso della @Boa Vista Ultra Trail.

Nel contempo volevo scusarmi per essermi fatto vivo solo dopo 4 giorni dal termine dell’avventura, ma come potete ben immaginare, vista la mia giovane età, i tempi di recupero fisico sono stati un poco lunghi. Sono arrivato piegato in due e per raddrizzarmi mi ci sono voluti 3 giorni di cure e massaggi, e comunque ancora oggi ho un assetto strano tipo “ Torre di Pisa”.

E’ stata emozionante questa 150 km, ed alla partenza, e per molti km, addirittura esaltante, tant’è che mi sono messo a correre più che camminare, come un ragazzino! Forse un po’ troppo veloce. Ma le sensazioni erano buone, le condizioni meteo ideali, di giorno e di notte (una luna quasi piena, brillante e sorridente), ed il terreno mi era familiare.

Momenti difficili si sono alternati ad altri più facili, frazioni dolorose ad altre meno, in questo divenire che è “la legge” delle ultra, l’importante è gestire i momenti e mantenere la testa sempre concentrata nell’obiettivo finale.

 

Leggi tutto...
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.