Correre su strada, spiaggia e deserto!

 

 

 

 

Martedì, Novembre 29, 2022

1993 - Marathon de Sables

 

 

Bellissimi ricordi dalla 8^ edizione della Marathon des sables in Marocco. Grazie per le immagini, al San Martino Borgo e alla gloriosa
Polisportiva Castagnara del grande presidente Nari, che suscitano, dopo tanti anni, ancora tante belle emozioni.

 

 

Edizione corsa insieme all'amico di tanti allenamenti Francesco Manfredi. Corse ben 9 edizioni: 1990-1991-1992-1993-1995-1996-1997-1998-1999, prima della scelta di vita con il trasferimento a cabo verde - nell'isola desertica di Boa Vista - la 8^ edizione 1993 fu particolarmente bella ed emozionante, partito dall'italia con febbre alta e sotto effetto di antibiotici, e' stata la piu' massacrante delle 9 edizioni!!!
le condizioni dei piedi, pietosi a meta' gara,....peggiorarono con il passare dei km ed al termine gara mancavano completamente delle due piante, finita pero' felicemente ...zoppicando di brutto...ma tagliando il sospirato traguardo. " che il deserto sia sempre con tutti noi " Rimaniamo sempre umani e spiriti liberi, continuando a sorridere, al deserto ed alla vita, con il cuore.

 

 

Boavista Marathon

Club

Clic per : Statistica DUV

Piergiorgio Scaramelli - Atacama

Piergiorgio Scaramelli - Toscano esperto ultramaratoneta, vive a Boa Vista ed è l’ideatore della “Boa Vista Ultramarathon”, gara in linea di 150km che dal 2000 si svolge sull’isola capoverdiana

 

Leggi Curriculum

 

 

News

Prossimi impegni 2022

 

PROSSIMI IMPEGNI   CAPO  VERDE  2022

Leggi tutto...

2021 - Boa Vista Ultratrail in solitaria Bistari Onlus

 

 

L’Avventura è finita!

 

Volevo ringraziare tutti, indistintamente, per avermi seguito e supportato, con calore e

affetto, lungo tutti 150 km del meraviglioso e suggestivo percorso della @Boa Vista Ultra Trail.

Nel contempo volevo scusarmi per essermi fatto vivo solo dopo 4 giorni dal termine dell’avventura, ma come potete ben immaginare, vista la mia giovane età, i tempi di recupero fisico sono stati un poco lunghi. Sono arrivato piegato in due e per raddrizzarmi mi ci sono voluti 3 giorni di cure e massaggi, e comunque ancora oggi ho un assetto strano tipo “ Torre di Pisa”.

E’ stata emozionante questa 150 km, ed alla partenza, e per molti km, addirittura esaltante, tant’è che mi sono messo a correre più che camminare, come un ragazzino! Forse un po’ troppo veloce. Ma le sensazioni erano buone, le condizioni meteo ideali, di giorno e di notte (una luna quasi piena, brillante e sorridente), ed il terreno mi era familiare.

Momenti difficili si sono alternati ad altri più facili, frazioni dolorose ad altre meno, in questo divenire che è “la legge” delle ultra, l’importante è gestire i momenti e mantenere la testa sempre concentrata nell’obiettivo finale.

 

Leggi tutto...
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.